Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DSG Dipartimento di Scienze Giuridiche
Home page > Ricerca > Laboratori > Diritti, stranieri, antidiscriminazione (DIR.S.A.)

DIR.S.A. Difesa dei diritti nel trattamento dello straniero e nel contrasto delle discriminazioni - Laboratorio per lo studio e la diffusione degli strumenti di tutela fondati sul diritto internazionale ed europeo

Atto costitutivo

 

Titolo breve e acronimo: Diritti, stranieri, antidiscriminazione (DIR.S.A.)

Struttura: Laboratorio congiunto di ricerca

Responsabile scientifico: Adelina Adinolfi

Soggetto esterno partecipante: Associazione per gli Studi giuridici sull’immigrazione (ASGI Nazionale)

 

Personale universitario strutturato del Dipartimento di Scienze Giuridiche coinvolto: Adelina Adinolfi, , William Chiaromonte, Cecilia Corsi, Micaela Frulli, Olivia Lopes Pegna, Deborah Russo, Alessandro Simoni.

Referenti del soggetto esterno: avv. Lorenzo Trucco (presidente nazionale ASGI), avv. Daniela Consoli (Foro di Firenze, ASGI Toscana), avv. Simonetta Furlan (Foro di Firenze, ASGI Toscana), Avv. Luigi Mughini (Foro di Firenze, ASGI Toscana), avv. Nazzarena Zorzella (Foro di Bologna, Vicepresidente ASGI nazionale).

Il soggetto esterno partecipante:

L’Associazione per gli Studi Giuridici sull’immigrazione è stata costituita nel 1990 e riunisce avvocati, docenti universitari, operatori del diritto e giuristi con uno specifico interesse professionale per le questioni giuridiche connesse all'immigrazione e alla tutela nei confronti delle discriminazioni. ASGI svolge, secondo quanto previsto dal suo Statuto, attività di studio, ricerca, formazione e informazione su tali tematiche. Essa, inoltre, si propone di evidenziare i problemi giuridici che il fenomeno dell'immigrazione straniera pone, studiando soluzioni e formulando proposte, e fornisce altresì assistenza legale per l'affermazione e la tutela dei diritti e interessi dello straniero. L'ASGI è iscritta nella prima sezione del Registro  degli enti e delle associazioni che svolgono attività a favore degli immigrati presso il Ministero dell'Interno nonché nel Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni presso il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza dei Ministri, ed è legittimata ad agire in giudizio in nome, per conto o a sostegno di un soggetto passivo di discriminazioni fondate sulla razza o sull'origine etnica (in quanto inserita nell’elenco di cui all'art. 5, comma 1, del d. lgs. 215/2003 di attuazione della direttiva 2000/43/CE sulla parità di trattamento fra le persone indipendentemente dalla razza e dall'origine etnica).

ASGI è membro del Gruppo di Lavoro per la Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza (Gruppo CRC) e dal 2005 del Comitato per la promozione e protezione dei diritti umani, a cui aderiscono 72 organizzazioni non governative ed associazioni italiane. ASGI è tra i soggetti promotori della Rivista trimestrale “Diritto, Immigrazione e Cittadinanza” .


Obiettivi e attività

In conformità alla delibera istitutiva, il Laboratorio sviluppa le proprie attività attraverso:

a)  progetti di ricerca di comune interesse;
 
b)  progetti di ricerca commissionati su interesse del soggetto esterno e da soggetti terzi, nonché sulla base di bandi emessi da enti ed istituzioni sia nazionali che europee;

c)  attività formative specialistiche (stage, corsi post-laurea, e simili) e di orientamento collegate ai progetti di ricerca di cui ai punti precedenti.


Più precisamente, il Laboratorio svolge attività di ricerca su specifiche tematiche di comune interesse, individuate in collaborazione con il soggetto esterno partecipante; sono privilegiati i temi che, sulla base della prassi e della giurisprudenza, presentano aspetti problematici in merito all’applicazione nell’ordinamento italiano delle normative dell’Unione europea sull’immigrazione e sul divieto di discriminazioni, nonché delle convenzioni internazionali rilevanti.

Il Laboratorio organizza, anche in collaborazione con altri soggetti, seminari di aggiornamento e corsi di formazione dedicati agli avvocati, ai magistrati, a funzionari di enti pubblici e a coloro che nell’ambito di  associazioni sindacali e del terzo settore svolgono attività volte alla tutela degli stranieri e alla protezione delle persone nei confronti di comportamenti di carattere discriminatorio. Esso realizza attività di didattica integrativa nell’ambito di insegnamenti attivati nella Scuola di giurisprudenza destinate agli studenti iscritti al corso di laurea magistrale in giurisprudenza e al corso di laurea triennale in Servizi giuridici; promuove attività formative specialistiche e di orientamento anche attraverso la conclusione, mediante gli associati al soggetto esterno, di convenzioni di tirocinio presso studi legali, enti ed associazioni che svolgono attività relative alla  tutela antidiscriminatoria e alla condizione giuridica dello straniero.

Attraverso seminari e pubblicazione di materiale informativo ed iniziative editoriali, il Laboratorio contribuisce ad attività di sensibilizzazione volte a diffondere a livello generale e con particolare riguardo agli operatori del diritto ed alle comunità di immigrati la conoscenza del diritto antidiscriminatorio e delle normative internazionali ed europee sul trattamento dello straniero. Esso si propone, infine, di favorire il confronto tra diversi soggetti operanti in relazione alla tutela antidiscriminatoria e al trattamento dello straniero (magistrati, avvocati, funzionari pubblici, soggetti operanti in associazioni e organizzazioni di tutela) al fine di individuare aspetti riguardo ai quali si presentano questioni applicative problematiche e di prospettare strategie di soluzione.
Tra le attività sinora svolte si segnala il Convegno, organizzato nell’ambito delle iniziative del Festival d’Europa, “L’approccio globale dell’Unione Europea all’immigrazione: dalla cooperazione allo sviluppo al sistema di accoglienza” (7 maggio 2015) durante il quale è stato presentato il Laboratorio. E’ inoltre stato avviato il 3 dicembre 2015 con l’iniziativa “L’Italia e l’Europa nell’accoglienza dei richiedenti asilo” un ciclo di conferenze sul tema dell’immigrazione in collaborazione con la Fondazione “Il cuore si scioglie ONLUS”. Tra le attività di formazione post-laurea si segnalano il corso di aggiornamento professionale “Violenza di genere, tratta e protezione internazionale: strumenti di tutela per le donne straniere” (6 maggio 2015)   e il corso “Il nuovo sistema di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale – Obblighi UE e D.Lgs 142/2015” (14 marzo 2016). La formazione destinata agli studenti ha portato ad elaborare un programma di tirocini presso studi legali che svolgono attività relative al diritto antidiscriminatorio e dell’immigrazione; la selezione degli studenti, che avviene attraverso bandi emessi con cadenza semestrale, permette di indirizzare gli studenti presso gli studi più idonei sulla base del percorso di studi e delle esigenze formative e professionali.

Un progetto di ricerca attualmente in corso "Gli strumenti di tutela contro le discriminazioni fondati sul diritto europeo: diffusione della conoscenza e corretta applicazione nell'ordinamento italiano" - cofinanziato dall’Ente  Cassa di risparmio di Firenze –ha consentito il conferimento di una borsa di ricerca annuale per lo svolgimento di attività relative alle tematiche del Laboratorio. Tali attività porteranno, tra l’altro, alla predisposizione di un repertorio della normativa e giurisprudenza europea relativa al divieto di discriminazioni: il repertorio sarà reso disponibile in forma cartacea ai partecipanti ai corsi di formazione post-laurea e in forma elettronica attraverso la pagina web del Laboratorio.


Per informazioni sulle attività del Laboratorio contattare la prof.ssa Adelina Adinolfi all’indirizzo adelina.adinolfi@unifi.it .

 
ultimo aggiornamento: 15-Dic-2016
Unifi Home Page

Inizio pagina